You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information. Switch to the US site. 

Disinfection full bleed.JPG

Progettazione del locale disinfezione

Progettazione del locale disinfezione

Un locale disinfezione è indispensabile per ogni struttura autorizzata all'assistenza degli anziani e per ogni ospedale. Ridurre il rischio di infezione può portare a notevoli risparmi sui costi per qualsiasi ospedale o struttura sanitaria.

 

Progettare il locale disinfezione

Quattro pilastri consentono di mantenere routine di lavoro igieniche.

1. Area presidi sporchi

Si tratta di un'area predisposta per i prodotti usati/contaminati, separata dagli spazi puliti della sala, che funge da punto di raccolta iniziale dei presidi sporchi. Può consistere in un tavolo di acciaio inossidabile per la raccolta.

2. Lavello per le mani

Un lavello lavamani è della massima importanza nel locale disinfezione: una volta puliti e disinfettati, i presidi non devono mai essere toccati da mani non lavate.  Il lavello lavamani deve essere facilmente accessibile, vicino all'ingresso, dotato di rubinetto con miscelatore azionabile con il braccio o il gomito e dotato di accessori, come dispenser di sapone liquido, salviette di carta monouso e cestino per la carta.

3. Disinfettore-lavapadelle 

I presidi sporchi, come le padelle e i relativi coperchi, i pappagalli per urine e i vasi per comode, vengono collocati nel disinfettore-lavapadelle che svuota, pulisce e disinfetta i presidi senza richiedere ulteriori interventi. La regola di base dell'igiene è che tutti gli oggetti venuti a contatto con fluidi corporei o secrezioni devono essere rilavorati (puliti e disinfettati) il prima possibile e trasferiti in un'area di conservazione pulita.

Esistono tre categorie di sistemi di disinfezione: autoportanti per una corretta altezza di carico, a muro per consentire la pulizia del pavimento sotto di essi e a incasso per liberare spazio di lavoro.

4. Area di immagazzinaggio dei presidi puliti

I presidi disinfettati che non devono essere utilizzati immediatamente devono essere mantenuti lontani da superfici o presidi sporchi. Dispense o rack sono buone aree di conservazione; un pensile montato sopra il sistema di disinfezione è una possibile alternativa per risparmiare spazio. Nel locale disinfezione dovrebbero esserci anche un mobiletto o un armadietto con chiusura a chiave per contenere soluzioni chimiche o disinfettanti e un carrello a due sacchi per la biancheria sporca e i rifiuti.  Inoltre, se si usano padelle in acciaio inossidabile, un'ottima soluzione è un armadio per la conservazione riscaldato.

 

Mani pulite su presidi puliti

  • Microrganismi che possono risultare del tutto innocui per persone sane, in ambienti ospedalieri, possono causare gravi infezioni fra persone con sistema immunitario più debole.
  • I batteri, i virus e i funghi si trovano dappertutto e possono essere trasmessi da un individuo a un altro tramite oggetti inadeguatamente puliti o maneggiati.
  • Un locale disinfezione ben progettato è fondamentale per prevenire la diffusione di infezioni.
  • Una volta puliti e disinfettati, i presidi non devono mai essere toccati da mani non lavate.
  • Toccare i presidi puliti con le mani non lavate significa contaminarli nuovamente, con conseguente aumento del rischio di contagio.
  • Pertanto, occorre sempre disinfettare le mani prima di toccare i prodotti puliti e disinfettati.

 Mani pulite su presidi puliti è la regola principale per tutte le procedure di lavoro nel locale disinfezione.