"L'aspetto emotivo della mobilità è ben più che la sola capacità di spostarsi"

"È molto importante per me mantenere quanto più possibile la mobilità Desidero solo esserci per mio figlio in ogni fase della sua crescita. 


Una sera, prima di una festa, le radiografie mostrarono che Femme soffriva di sclerosi multipla (SM)Ora che deve combattere contro le difficoltà che comporta la sua mobilità limitata, Femme viene motivata dalla sua famiglia, in particolare dal suo compagno e da suo figlio Arvo ,  la sua motivazione principale. 

"Se ti capita qualcosa di nuovo, fai un respiro, osserva e cerca di capire come puoi superalo, riadattati e vai avanti, ancora e ancora e ancora. 

Per lei, la capacità di spostarsi è ben poca cosa rispetto all'emozione che rappresenta la possibilità di continuare a muoversi. Quando vede il sorriso di Arvo, ricorda il motivo per cui deve andare avanti, un passo alla volta. Anche se con dolore e fatica, lei affronta con determinazione  le sfide che comporta una mobilità limitatasforzandosi costantemente per raggiungere i suoi obiettivi personali, nonostante le infinite difficoltà fisiche.

"Se potessi avere almeno l'opportunità di essere quanto più a lungo possibile una mamma, sarei molto felice." 
Per Femme, rinforzare il movimento significa molto di più che avere la mobilità, poiché le consente di essere presente nella vita di tutti i giorni, sia sua che della sua famiglia. Trae forza da questi momenti e dalle normali attività quotidiane, come guardare suo figlio che gioca a footballRinforzare il movimento arricchisce la sua vita e le consente di continuare ad affrontare la malattia con motivazione.